UOVOKIDS 2017 – 21 E 22 OTTOBRE – FROGZ IL VIDEOGAME JAZZ

 

 

FROGZ IL VIDEOGAME JAZZ

Prendiamo un videogame di quasi 40 anni fa (che forse conoscono anche mamma e papà) e rifacciamolo a modo nostro. Sconquassiamo il mondo dei pixel e mettiamoci dentro il disegno a mano libera, l’incisione e la stampa. Un videogioco rivoluzionario da rigiocare anche a casa.

DA 7 ANNI E ADULTI
SABATO ORE 15.00 E 17.00
DOMENICA ORE ORE 11.30, 15.30 E 17.00
I. LAB ENERGIA
Posti limitati, iscrizione obbligatoria, durata 1h15′

 

 

 

 

 

 

Sabato 21

Ore 15.30 | Scarica il gioco che abbiamo creato insieme, FROGZ | .zip

Ore 17.00 | Scarica il gioco che abbiamo creato insieme, FROGZ | .zip

Domenica 22

Ore 11.30 | Scarica il gioco che abbiamo creato insieme, FROGZ | .zip

Ore 15.30 | Scarica il gioco che abbiamo creato insieme, FROGZ | .zip

Ore 17.00 | Scarica il gioco che abbiamo creato insieme, FROGZ | .zip

Installare il gioco

  1. Scarica il file .zip
  2. Con un programma di compressione (es. winzip) estrai il file .exe sul tuo computer
  3. Imposta la risoluzione del tuo display a 1280×768 (raccomandato)
  4. Fai doppio clic sul file .exe
  5. Gioca!

Come si gioca

Nella prima schermata, clicca col mouse sul tasto Start Game

Per muovere la ranocchia usa questi tasti:

  1. Freccia a destra -> Muovi a destra
  2. Freccia a sinistra -> Muovi a sinistra
  3. Freccia in su -> Muoviti verso l’alto
  4. Freccia in giù -> Muoviti verso il basso

Per uscire in qualsiasi momento dal gioco, premi il tasto ESC.

Per qualsiasi informazione scrivimi!

 

NOTTE INFESTATA NELLA BIBLIOTECA | WORKSHOP VIDEOGAME ALLA BIBLIOTECA DEI RAGAZZI DI ROZZANO

copertina

Una ragazzina di nome Giulia si trova una notte da sola all’interno di una biblioteca chiusa. Improvvisamente le sue paure vengono a trovarla ma lei riuscirà a scacciarle canticchiando e trovando il coraggio di attraversare tutti i locali tra uno scaffale e l’altro fino a raggiungere la grande ragnatela che rappresenta l’ultima barriera prima dell’uscita.

Non avete mai sentito parlare di questo videogioco? Per forza! Lo hanno progettato e realizzato i ragazzi della 4^ A della Scuola Primaria dell’Istituto Comprensivo Orchidee di Rozzano. Aiutati per la parte tecnica da Luca Roncella e da Matteo Uggeri, e supportati dalle maestre Simona Piccioni e Gaia Rimauro, i ragazzi in una sola mattina hanno discusso le proprie paure per poi rappresentarle con disegni e idee che sono diventati gli elementi di questo gioco tutto nuovo e personale.  Ma andiamo con ordine!

Obiettivo del workshop è stato quello di creare un semplice videogame da zero!

Come prima cosa abbiamo chiacchierato con i ragazzi sulle parti costituenti il videogioco: l’avatar, lo scenario, gli elementi interattivi, l’intelligenza artificiale, gli sprite, il sonoro etc. In questo modo abbiamo destrutturato il software cercando di isolarne gli elementi e trovandone i punti di contatto e le peculiarità. In questo modo abbiamo anche creato una consapevolezza condivisa sul linguaggio di cui ci siamo serviti per le attività restanti.

Qui sotto alcuni esempi di immagini che abbiamo utilizzato per raccontare ai ragazzi le varie parti che costituiscono una schermata “tipo” di Super Mario Bros U

1slide_totale4slide_fondaleSuccessivamente, abbiamo affrontato il tema che avrebbe dovuto rappresentare il videogame: la paura. Ebbene sì, con Matteo ci è parso un buono spunto per far riflettere i ragazzi sulle proprie paure e la loro rappresentazione. Un videogame del resto si presta molto bene a mettere in campo la lotta contro la paura: i nemici, l’ambiente ostile, le risorse che ciascuno di noi deve mettere in campo per vincere queste paure.

Abbiamo chiacchierato abbastanza a lungo così con i ragazzi per capire quali fossero le paure più ricorrenti e ce le siamo appuntate su una lavagna: il buio, gli UFO, il temporale, gli zombie, la solitudine, la fine del mondo (!), i fantasmi e anche, essì, abbiamo inserito le maestre!

Poi abbiamo ragionato su quali potessero essere alcuni modi per sconfiggere queste paure. Alla fine abbiamo selezionato quattro paure da rappresentare nel gioco: il fantasma, l’alieno, lo zombie e un generico libro maledetto.

paura_zombi

A questo punto, abbiamo diviso la classe in 6 gruppi, ciascuno con un compito ben preciso:

  • gruppo 1: realizzazione schermata di inizio del videogame
  • gruppo 2: realizzazione paure
  • gruppo 3: realizzazione oggetti in gioco (muri, porte interattive, contatore delle vite, portale per uscire dal livello)
  • gruppo 4: realizzazione avatar principale (chiamata dai ragazzi Giulia)
  • gruppo 5: realizzazione dello sfondo
  • gruppo 6: realizzazione degli effetti sonori e della musica

paura_libro

Tutto il comparto grafico è stato realizzato dai ragazzi con materiali tradizionali (carta colorata, pennarelli, matite) poi digitalizzato con uno smartphone tramite fotografia. Il comparto sonoro invece, capitanato da Matteo, è stato realizzato per lo più con strumentazione analogica: percuotendo oggetti, utilizzando la voce.

Era importante per me e Matteo che i ragazzi andassero oltre lo stereotipo che un videogame si realizza mettendosi davanti ad un computer. Un videogame si può realizzare anche partendo da materiali tradizionali e impiegando la propria creatività in maniera alternativa.

muro

Una volta che tutti i materiali sono stati preparati, e i ragazzi sono stati molto bravi a collaborare tra loro, sono stati inseriti all’interno di un prototipo di videogioco preparato nelle sue regole di base in precedenza da me.

Per implementare il videogame, abbiamo utilizzato Game Maker di YoYo Games per Windows.

I ragazzi hanno potuto così assistere in tempo reale all’implementazione di alcune fasi di codifica del gioco (inserimento delle immagini all’interno degli sprite, la realizzazione del game design disponendo gli oggetti sullo scenario, l’inserimento dei file audio all’interno del programma etc.).

Nei minuti finali dell’attività, abbiamo lanciato il videogioco e osservato il risultato finale.

porta1

Il videogioco definitivo lo potete scaricare qui sotto, da Google drive, si chiama: Notte infestata nella biblioteca.

Come giocare a Notte infestata nella biblioteca

Per iniziare il gioco premere un tasto qualsiasi.

Per muovere Giulia all’interno del labirinto usare i tasti freccia della tastiera

 muovi a destra

← muovi a sinistra

↑ muovi su

↓ muovi giù

Per canticchiare e annientare le paure premere la <barra spaziatrice>

Per aprire la prima porta tasto A

Per aprire la seconda porta F

Per uscire dal gioco in qualsiasi momento, premere il tasto ESC.

Come installare il gioco

Scarica Notte infestata nella biblioteca qui.

Il gioco gira solo per sistemi Windows (no MAC, no cellulari).

Si tratta di un file .zip, un file compresso. E’ necessario avere sul proprio pc un software per decomprimere questo tipo di file.

Una volta decompresso il file, troverete sulla scrivania un file: notte_in_biblioteca.exe. Fate doppio clic e il pc vi chiederà se volete installare il gioco sul computer, voi ditegli di si e il gioco è fatto!

Nel caso il vostro pc si lamenti del fatto che non gli sembra che il file sia sicuro, voi tranquillizzatelo, è tutto sicurissimo e procedete.

Se avete dubbi, domande e per problemi tecnici scrivetemi lostinpixel@gmail.com

Buon divertimento!

MAKER RUSH! Un videogioco di…. corsa! | BRERA DESIGN DAYS 1-2 OTTOBRE 2016

fascioneLaboratorio dedicato a bambini a cura di Luca Roncella in occasione di Brera Design Days in Mediateca Santa Teresa 1-2 ottobre 2016

Durata 75 minuti

Il laboratorio fa svolgere ai partecipanti 3 diverse attività: realizzazione artigianale e compartecipata di un’idea, digitalizzazione e coding per l’implementazione di un videogame e avvicinamento al concetto di “maker” realizzando un dispositivo funzionante che integra il mondo analogico con quello digitale.

 

brera-design-days-logo-1
powered by IED

 

MAKER RUSH A WIRED NEXT FEST 2016

logo_WNF

Venerdì 27 e Sabato 28 maggio sarò al Wired Next Fest 2016 con un laboratorio interattivo dedicato ai più piccoli di nuovissima concezione: Maker Rush! Un videogioco…di corsa.

Si tratta di un percorso a metà strada tra creatività, gioco e ingegneria dove il mondo analogico si incontra con quello digitale. I partecipanti realizzano la propria macchinina da corsa a partire dai materiali più semplici come legno, pasta modellabile e colori di ogni genere. Le macchinine vengono trasformate in joystick e poi digitalizzate e implementate all’interno di un vero videogioco di corse.

maker_rush

Come sempre l’obiettivo è quello di far mettere ai ragazzini le mani…in pasta, realizzando collaborativamente un videogame personalizzato. Durante l’attività i ragazzi potranno dare una sbirciata al dietro le quinte di come si realizza un videogame e avvicinarsi criticamente e più consapevolmente al linguaggio che utilizzano ormai ogni giorno. La tecnologia non deve far paura, ma è necessario conoscerla per essere consumatori (e speriamo anche creatori) consapevoli e critici.

Programma

Venerdì 27 maggio ore 9.00 e 10.30 laboratorio per scuole primarie 

Sabato 28 maggio ore 15.30 e 17.00 laboratorio a prenotazione per tutti

Un ringraziamento particolare va a Uovokids che anche questa volta ha creduto in me e mi ha trascinato in questa nuova e emozionante sfida!

speaker

Gurgle, eccomi in compagnia di Julian Assange :)

IL VIDEOGAME DI CARTA “IL PICCOLO PRINCIPE” | SABATO 20 FEBBRAIO 2016 TEATRO GRANDE DI BRESCIA

Il videogame di carta

Da 6 anni e adulti

Chi l’ha detto che i videogame sono solo bit e pixel? Con carta, oggetti e materiali creiamo insieme personaggi, fondali ed effetti sonori per un videogame originalissimo che vedrai nascere sotto i tuoi occhi. €

Ecco i videogame che abbiamo realizzato con i ragazzi il 20 febbraio 2016 durante l’evento Il Grande per i Piccoli al Teatro Grande di Brescia in collaborazione con Uovokids.

Il tema di questo appuntamento era il romanzo Il piccolo principe di Antoine de Saint-Exupéry.

A SPASSO TRA LE STELLE

DER KLEINE PRINZ

SCARICA I GIOCHI!

Scarica i giochi sul tuo pc desktop e gioca! A SPASSO TRA LE STELLE
Scarica i giochi sul tuo pc desktop e gioca! DER KLEINE PRINZ

I giochi sono compatibili con pc windows e sono in formato .zip. Prima di iniziare a giocare, devono essere scompattati con un software di unzip come ad esempio Winzip.

Per problemi e domande scrivere a lostinpixel@gmail.com

Come si gioca?

START | Per iniziare la partita premi un tasto qualsiasi

SPOSTA A DESTRA | FRECCIA DESTRA →

SPOSTA A SINISTRA | FRECCIA SINISTRA ←

SPOSTA IN SU | FRECCIA SU ↑

SPOSTA IN GIU | FRECCIA GIU ↓

SPARA CUORI | BARRA SPAZIATRICE

Per uscire dal livello bisogna raggiungere il pianeta del piccolo principe a fine livello.

I mini videogame sono stati creati con il software Game Maker. Se volete provare anche voi a realizzare il vostro videogame scaricate la versione freeware del software dal sito YoYoGames.

slide