MOMA New York Tribute

MOMA New York Tribute  – 14 artisti per 14 videogiochi acquisiti dal museo americano –  è il nome della sezione dell’evento GameLand by GameSearch (21 dicembre 2012 – 6 gennaio 2013) che si terrà a Villasanta (MB) dedicato alla recente acquisizione da parte del MOMA (Museum of Modern Art) di New York di 14 videogiochi per essere esposti nella sezione Design e Architettura. Un evento epocale per la cultura in genere e in particolare per quella del videogioco.
Io parteciperò con questa illustrazione dedicata al gioco The Sims dal titolo “Videogames Are Art: Sims Goes to MOMA“.

Videogames Are Art: Sims goes to MOMA

Ed ecco la tela realizzata (24×24 cm, olio su tela)

Videogames are Art: Sims Goes to MOMA

Ecco la lista completa dei giochi acquisiti per il momento dal MOMA:

• Pac-Man (1980)
• Tetris (1984)
• Another World (1991)
• Myst (1993)
• SimCity 2000 (1994)
• Vib-ribbon (1999)
• The Sims (2000)
• Katamari Damacy (2004)
• EVE Online (2003)
• Dwarf Fortress (2006)
• Portal (2007)
• FlOw (2006)
• Passage (2008)
• Canabalt (2009)

Nei prossimi giorni aggiornamenti sul work in progress della trasposizione su tela!
In questa occasione ho optato per una griglia di 32×32 pixel (la metà del solito!) per una tela di 24×24 centimetri. Meno pixel e un po’ più grossi!

Mi piace molto questa parte del disegno perché ricorda i mondi di super mario (sarà una citazione?)

Suggestioni alla Super Mario Bros

Una curiosità…i colori e il motivo della maglia del Sim sono ispirati al bancone di ingresso del MOMA!

I colori del MOMA

Per saperne (mooolto) di più
GameLand by GameSearch
Neoludica

The Hunger Games: Catching Fire

Una nuovissima illustrazione…fiammeggiante. Ispirata al romanzo per ragazzi Hunger Games La ragazza di fuoco di Suzanne Collins. Per chi non avesse ancora letto il secondo romanzo della trilogia è un po’…spoilerosa, vabbè ma neanche più di tanto. Katniss qui è un po’ dubbiosa se scegliere il dono inviatole da qualche sponsor o seguire il proprio cuore sapendo che qualunque decisione prenderà, l’aspetterà un livello stile platform. Tecnica: pixel art, 64×64 pixel.

The Hunger Games: Catching Fire

 

Game Art Camp reportage fotografico

Game Art Camp – GamesWeek 2012 Photo © Filippo Scaboro

Questo slideshow richiede JavaScript.

Lost in pixel alla Games Week di Milano

Da oggi fino a domenica sarò presente alla Games Week in Fiera Milano City nel Game Art Camp curato da Game Art Gallery insieme a E-Ludo.  In questa bellissima location si incontrano opere ispirate ai videogames, opere che contengono una radice di game, opere di game e concept art, game photography, contest e tributi, con vari artisti. Io espongo due tele del progetto “12.000 pixel per un romanzo” con due opere del trittico “Hold on, Holden!“. Tutte le opere in mostra sono molto molto interessanti e  i miei “colleghi d’arte” sono davvero gente in gamba!

Seconda tela della trilogia “Hold on, Holden!”

Ecco il secondo quadro del trittico “Hold on, Holden!” dal titolo: “Dove vanno le papere di Central Park in inverno?”. Anche questa tela è dipinta con colori ad olio e misura 40×40 cm.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Dai pixel ai paintxel

Ecco la prima opera del progetto “12.000 pixel per un romanzo”. Questa è la prima tela di un trittico dal titolo “Hold on, Holden!” ispirato al romanzo di J.D. Salinger “Il giovane Holden”. Titolo dell’opera: “Holden all’American Museum of Natural History”, olio su tela 40×40. Il dipinto è stato realizzato dipingendo pixel per pixel una griglia di 64×64 (4.096) pixel.

Questo slideshow richiede JavaScript.